Micronido Solesale

TIPO: 
Asili Nido
CATEGORIA: 
Privato in convenzione
LUOGO: 
Venezia
MUNICIPALITA': 
venezia murano burano
INDIRIZZO: 
dorsoduro 614, calle capuzzi zona Accademia
RIFERIMENTI: 

Tel 041/2413551

info@barchettablu.it

www.barchettablu.it

pagina facebook e canale youtube

Coordinatore del Servizio: dott.ssa Marina Zulian

Legale Rappresentante del Servizio: dott.ssa Marina Zulian

INFORMAZIONI: 

Capacità ricettiva  n. 24

Età d’ingresso al servizio dai 12 mesi ai 36 mesi

Orario del servizio dalle ore 8.00 alle ore 16.00 dal lunedì al venerdì

possibilità di frequenza dello spazio solesale tutti i martedì, giovedì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 e nel periodo estivo.

Periodo di apertura settembre 2016 – luglio 2017

PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO: 

Presentazione e Finalità del servizio

Il micronido SoleSale garantisce una esperienza educativa altamente qualificata e personalizzata e risponde alle esigenze sociali delle famiglie con modalità il più possibile flessibili e diversificate. I bambini sono seguiti da educatrici qualificate.  BarchettaBlu garantisce la formazione permanente delle educatrici, la supervisione costante, incontri con le famiglie e una consulenza psicopedagogica qualificata. Da molti anni BarchettaBlu collabora proficuamente con l’assessorato alle Politiche Educative del Comune di Venezia per l’organizzazione di servizi innovativi per bambini e famiglie.

Il Micronido SoleSale, insieme alle famiglie di promuovere e valorizzare il bambino attraverso le seguenti finalità: maturazione dell’identità; conquista dell’autonomia; sviluppo delle competenze; sviluppo della socializzazione

Strumenti di Lavoro

PROGETTO EDUCATIVO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA. La programmazione educativa è formulata dal coordinamento psicopedagogico, è il punto di riferimento per il gruppo di lavoro, il “contenitore” dell’intenzionalità dell’equipe educatori. Privilegia il rapporto non direttivo con il bambino.

FORMAZIONE. La qualità del servizio è fortemente legata alla competenza e professionalità del personale. Che possiede il titolo di studio per educatore di nido. Incontri settimanali di equipe con pedagogista e specifici incontri seminariali di aggiornamento e verifica.

PARTECIPAZIONE DELLE FAMIGLIE. Coinvolgimento dei genitori con incontri cadenzati tra genitori, educatori, coordinatrice, pedagogista 3-4 volte l’anno, giornate speciali e di nido aperto, feste a tema, con una comunicazione e collaborazione continua.

VERIFICA E VALUTAZIONE E DOCUMENTAZIONE. I metodi utilizzati sono: osservazione partecipata, supervisione di un esperto; questionari di verifica e di gradimento; confronto con gli operatori del Comune; relazione finale.

L’approccio pedagogico è quello del metodo non direttivo, del rispetto dei tempi individuali dei bambini, della flessibilità e della libertà di:

GIOCARE CON LE PAROLE letture, giochi linguistici, laboratori in lingua straniera, promozione della lettura

GIOCARE CON IL CORPO atelier di gioco-movimento e di psicomotricità

GIOCARE CON L’ARTE atelier artistici con materiali e colori naturali

GIOCARE CON LA MUSICA riconoscere l’altezza dei suoni, le costruzioni armoniche; educazione all’ascolto musicale, al canto, al movimento ritmico

Elemento fondante del progetto è la partecipazione attiva delle famiglie coinvolte non solo nella fase di inserimento al Nido, ma per l’arricchimento delle proposte e dei progetti speciali annuali.

Atelier di lingue straniere I laboratori di lingua inglese e/o spagnola avvicinano i bambini alla lingua straniera attraverso l’interazione ed il gioco, inducendo un processo naturale e spontaneo di acquisizione.

Atelier musicali I laboratori musicali seguono il metodo Gordon e il metodo Suzuki e privilegiano l’ascolto attivo, sviluppano la sensibilità musicale e stimolano il piacere della musica. Vengono utilizzati piccoli strumenti musicali e a percussione e viene data particolare attenzione al canto.

Atelier di gioco psicomotorio Attraverso il gioco sensomotorio, simbolico e di socializzazione ma anche attraverso percorsi motori ed esperienze con il corpo, i bambini  sviluppano  una personalità armonica in ambito motorio ma anche cognitivo-simbolico ed emotivo relazionale.

Descrizione degli spazi

Lo Spazio SoleSale è progettato come un ambiente educativo che possa favorire lo sviluppo dell’autonomia, della comunicazione, della relazione e degli apprendimenti verbale e non verbali dei bambini e delle bambine che lo frequentano.

Il numero, la dimensione e la struttura delle ampie e luminose sale, garantisce il sostegno e il rispetto degli educatori dei diversi tempi di cui i bambini necessitano, la qualità delle proposte educative, la buona organizzazione dei momenti di routine e di laboratorio.

Il materiale didattico presente nelle sale ha tutti i requisiti adatti a permettere al bambino di esprimere la propria fantasia esplorando nel contempo il mondo che lo circonda.

I criteri di scelta del mobilio e degli altri oggetti favoriscono materiali semplici, non troppo delicati o elaborati, facilmente lavabili, di molti materiali, forme e colori.

Tutte le sale sono multifunzionali e modificabili a seconda delle attività. I mobili sono in parte dotati di ruote che permettono il loro spostamento e la riorganizzazione degli spazi.

La sala azzurra rappresenta la prima sala in cui al mattino i bambini vengono accolti.  Questa sala è arredata in modo da consentire il gioco simbolico e presimbolico e da offrire un ambiente caldo e accogliente grazie ad una suddivisione e a degli accorgimenti particolari; in questo modo, con la suddivisione in angoli e centri di interesse, il bambino non si sente perso in un ambiente grande o affollato. I giochi di imitazione e di drammatizzazione aiutano il bambino a superare le inevitabili difficoltà legate ad un ambiente nuovo e comunque diverso dalla casa materna.

Zona attrezzata con tavoli e sedie dedicati ai pasti. I momenti della merenda e del pranzo rappresentano per il bambino un rito, un’occasione cui si deve dare la massima importanza e quindi viene organizzato uno spazio rilassato e confortevole. Queste routine avvengono presumibilmente sempre alla stessa ora e quindi lo spazio viene adeguatamente riordinato e preparato. I bambini appartenenti ad un gruppo si siedono ad un tavolo insieme al loro educatore di riferimento; l’educatore si siede con loro per tutto il tempo necessario, senza fretta e senza mai utilizzare modi sbrigativi. L’educatore taglia il pane, sbuccia la frutta, spalma il miele davanti ai bambini; questi gesti rituali contribuiscono a creare una atmosfera di serenità e di affettività, oltre che rappresentare occasioni di conoscenza e di scoperta per i bambini che assistono alle operazioni dell’adulto; contemporaneamente viene rafforzato il legame fra educatore e bambini del suo modulo

La sala gialla è pensata e strutturata per il gioco psicomotorio, per attività sporchevoli e per laboratori a tema. Tutti i mobili sono bassi e in alcuni casi dotati di rotelle; in alcuni laboratori che richiedono molto spazio, vengono spostati  alcuni mobili lungo le pareti. I bambini hanno la possibilità di sperimentare attività manipolative, percettive, di gioco e di scoperta sia in tavoli che a terra sui tappeti lavabili.

Zona nanna:una ampia parte della sala viene delimitata da mobili  e adibita per il riposo dei bambini. I lettini sono normalmente accatastati e vengono predisposti in numero adeguato.

Biblioteca: oltre alle postazioni tradizionali con tavoli e sedie, i bambini hanno la possibilità di mettersi comodi e leggere. La biblioteca è pensata per gli operatori e per i genitori come spazio generale di servizio.

L’ultima sala, la sala dei bottoni, è la più piccola ed è una sorta di base operativa per tutti i progetti; qui avvengono tutte le riunioni d’equipe con il coordinamento organizzativo e psicopedagogico del progetto, incontri con i genitori, riunioni a tema; inoltre viene utilizzata dagli educatori come base d’appoggio per preparare materiali per specifiche attività. Si tratta di uno spazio prevalentemente riservato agli adulti, ma un angolo è organizzato con tavolini e sedioline per bambini per l’organizzazione di atelier per piccoli gruppi. La sala comprende sul fondo una zona ufficio e segreteria delimitata da armadi divisori contenenti archivio amministrativo e documentazione dei progetti; al centro un grande tavolo per le riunioni. Spostando i tavoli alle pareti e disponendo le sedie in circolo, viene attrezzato lo spazio per riunioni e incontri tematici con pediatri, pedagogisti, psicologi ed esperti sulla prima infanzia e sulle problematiche genitoriali.

Spesso gli incontri con i genitori sono organizzati in concomitanza con delle attività per bambini che si svolgono nelle stanze attigue: in caso di necessità i bambini più piccoli possono così trovare facilmente i loro genitori.

Il terrazzo è uno spazio all’aperto coperto da una tettoia, disposto lungo tutte le quattro sale; permette dall’entrata al primo piano di raggiungere la segreteria senza dover passare all’interno delle stanze del nido. Viene adeguatamente strutturato in modo da essere sicuro per i bambini. Nel terrazzo sono disposti vasi con piante e fiori di facile manutenzione in modo che gli stessi bambini, sotto la guida di un adulto, se ne possano prendere cura. Inoltre vengono allestiti vasi e vasche per la coltura di germogli, erbe aromatiche e piccole pianticelle: i bambini potranno così osservare i processi di crescita e i tempi della natura.

La stanza del movimento è situata al piano terra e raggiungibile attraverso il primo ingresso e il cortile esterno, rappresenta il cosiddetto spazio libero del SoleSale: trasformabile, intercambiabile, modificabile. Si tratta di una piccola palestra che, misurando circa 100 mq, rappresenta  lo spazio più grande; è possibile liberarla completamente del mobilio in maniera veloce e semplice.

Servizio Mensa - Il piacere di nutrirsi

Un’equipe di personale esperto cura con attenzione la predisposizione dei menù, la scelta dei prodotti, la preparazione dei pasti nella cucina interna. I menù seguono  le stagioni, le pietanze vengono preparate nei piatti in modo speciale per aiutare i bambini a porre le basi di una corretta educazione alimentare e di un ottimale rapporto con il cibo. Specifici momenti sono dedicati all’esperienza sensoriale: annusare, toccare, guardare frutta, verdura, erbe aromatiche

Personale

L’equipe di BarchettaBlu è costituita dalla coordinatrice dott.ssa Marina Zulian, dalla pedagogista dott.ssa Monica Nobile, da educatrici e animatrici.

Il personale è in possesso dei titoli di studio previsti dalla normativa vigente.

L’equipe psicopedagogica si ritrova periodicamente per monitorare le attività, dicutere di eventuali casi, elaborare iniziative e progetti educativi. La segreteria è operativa è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e su appuntamento (tel 041 2413551) Spazio SoleSale, calle Capuzzi, DorsoDuro 614, Venezia.

Si può scrivere anche all’indirizzo di posta elettronica  info@barchettablu.it

Altre informazioni sul sito www.barchettablu.it

Giornata educativa

Le routine e le attività didattiche sono articolate secondo il seguente schema: accoglienza; attività strutturata; igiene personale; merenda; igiene personale; attività strutturata; gioco libero; pranzo; igiene personale; nanna; uscita

Le attività vengono proposte seguendo i tempi individuali dei bambini. I ritmi delle attività prevedono un’alternanza tra gioco libero e attività strutturate e semi-strutturate in uno spazio organizzato in aree specifiche: attività motorie, attività grafico – pittoriche, attività percettivo/manipolatorie, attività logiche, attività linguistiche, gioco simbolico, attività musicali

Modalità di iscrizione

Per partecipare al Micronido Solesale è necessario compilare la domanda di partecipazione. E’ possibile scaricare il modulo dal sito www.barchettablu.it o ritirarlo e compilarlo in segreteria.

Le domande di partecipazione vengono accolte durante tutto l’anno. La domanda di partecipazione è gratuita. La richiesta va spedita con raccomandata a BarchettaBlu o consegnata con ricevuta a mano da parte della segreteria.